La Grotta di San Giovanni: una caverna dal percorso carreggiabile

Una cavità un tempo cappella del Santo

« Seguendo ancora il ruscello fino ai piedi del monte che si presenta come un grande muro tagliato a picco, a sinistra del torrente si vede la cappella detta “di San Giovanni di Acquarutta” e a destra l’ingresso della famosa grotta naturale omonima. »
(Alberto La Marmora, Itinéraire de l'île de Sardaigne, Torino, 1860)


Domusnovas si arricchisce nella sua bellezza artistica e architettonica, grazie alla presenza della Grotta di San Giovanni, unico esemplare in Italia, e terza nel mondo, di spelonca attraversata da una strada una volta percorribile in auto, nonostante la situazione attuale sia quella di un tragitto ormai chiuso al traffico per motivi ambientali.

È, inoltre, curiosa l’origine di carattere religioso di quello che è il nome "Grotta di San Giovanni", poiché la cavità che è presente, in passato, aveva funzione di cappella dedicata al Santo.

La caverna è caratterizzata da una lunghezza pari all’incirca a 2000 metri, interessati dalla presenza di laghi sotterranei e gallerie; da stalattiti e stalagmiti.

All’interno, si può facilmente visitare lo spazio suggestivo, per mezzo di un’illuminazione moderna che permette di fare una passeggiata in mezzo alle immense pareti della grotta, nata grazie a un normale fenomeno carsico provocato da un fiume che scorreva sotto.

Da non dimenticare sono le magnifiche concrezioni a vaschetta, che non sono altro che le formazioni di tipo calcareo che costituiscono una grotta, ma che riescono ugualmente a infondere quell’originalità che si manifesta in uno spazio naturale come la Grotta di San Giovanni.

01 agosto 2016

Sara Atzori
©2018 Copyright - Sandalyon