Le varietà gustose di carciofi della Bontà del Sole

Il carciofo può essere utilizzato per vari piatti prelibati, ma anche per essere gustato in vasetti sott’olio o per preparare creme molto sfiziose. La Ditta Bontà del Sole di Villaspeciosa impiega questo delizioso ortaggio per creare dei prodotti unici e pratici per preparare antipasti, condimenti per pasta, secondi piatti, insalate. La particolarità dell’Azienda è la politica che adotta: quella del lavoro a fresco, entro le 24-36 ore dalla raccolta del carciofo, e quella del chilometro zero, considerando che i principali produttori sono vicini o comunque si trovano nell’Isola stessa, anche nella zona di Nuoro.


Bontà del Sole è di proprietà di Giuseppe Piscedda, ma da circa tre anni è gestita dal figlio Alessandro e da Matteo Caboni, Responsabile Commerciale. Unendo le loro due lauree (quella di Alessandro in Biologia e quella di Matteo in Economia), alla clientela si è potuto offrire un ulteriore aspetto della Società: sono, infatti, entrati nella grande distribuzione. Mediante l’impiego di diversi macchinari, Bontà del Sole garantisce prodotti tipici della tradizione sarda, tra cui funghi (fungo antunna), pomodori secchi, melanzane, olive, peperoncini e peperoni. Si possono contare una ventina di referenze. Il lavoro viene eseguito tramite macchinari quali la cucina ribaltatrice, detta anche bollitore, nella quale vengono effettuate cotture di 300 kg di materia alla volta.

 

 

L’elemento che crea disturbo e pericolo è l’acqua, a causa della presenza di batteri. È, dunque, necessaria una rapida asciugatura. A seconda del prodotto, le cotture variano dai dieci ai trenta minuti; la macchina per asciugare i prodotti, che è una sorta di lavatrice e asciuga il prodotto; la riempitrice automatica delle creme e dell’olio, nella quale arriva il vasetto e si inserisce l’olio, mediante uno spruzzo; la tappatrice, usata per tappare i vasetti; la pastorizzatrice automatica, detta anche tunnel, che lavora anche per 400 vasetti a ora; il cutter, che serve per creare le creme.

Dall’attività di questi strumenti nascono le bontà sopraccitate e i vasetti contenenti deliziosi carciofini. «Lavoriamo il carciofo nel periodo giusto e la conservazione del nostro prodotto dura anche tre anni», afferma Matteo Caboni. Di produzione di Bontà del Sole sono: i sott’olio di carciofi alla contadina, preparati con vari tipologie di carciofo, ma prevalentemente con quello di tipo "spinoso", provenienti da varie zone, ma soprattutto da Villasor; i sott’olio di carciofini selvatici, che crescono in campagna. Il carciofo selvatico è il fiore del cardo selvatico, detto cuguzza; i sott’olio di carciofini ripieni, con i medesimi condimenti dei peperoncini ripieni – aglio, tonno, cappero. Li si svuota e poi li si riempie con questo contenuto, mediante una sac à poche; le creme di carciofi classiche o la crema PE.CA.TO - dall’acronimo peperoncino, carciofo e tonno - o la crema Campagnola, fatta con carciofi, funghi, cipolla e pomodoro.

Certamente, il carciofo è l’elemento basilare. Ma il desiderio dell’Azienda Bontà del Sole è quello di andare oltre la normale produzione: vorrebbero, infatti, occuparsi anche della realizzazione di una linea bio; prodotti bio; carciofo bio.

26 aprile 2015

Pubbliredazionale a cura della redazione
©2018 Copyright - Sandalyon