Urthos e Buttudos

I protagonisti del carnevale di Fonni

Le maschere tipiche del carnevale di Fonni sono essenzialmente due: sos Urthos e sos Buttudos. Urtho significa “coperto” e Buttudu è termine che si riferisce ad un montone non castrato.

Sos Urthos sono maschere animalesche, rappresentate da un abito di pelli di caprone bianche o più raramente nere, col viso dipinto di nero, mentre uomini incappucciati tentano di domarli. Essi rappresentano veri e propri guardiani vestiti di nero, col viso dipinto e con al collo una banderuola di campanacci, sos Buttudos.

Foto RAS www.sardegnadigitallibrary.it/
Foto RAS www.sardegnadigitallibrary.it/

Queste due maschere rappresentano sas mascheras bruttas, maschere sporche, in contrapposizione alle maschere pulite, mascheras limpias, anch’esse presenti.
Ricca di interesse e molto caotica è la messa in scena della danza per le vie del paese con s’Urthu grande protagonista che grazie alla sua agilità si arrampica ovunque e tenta di divincolarsi dai guardiani.

Il significato del carnevale fonnese ruota attorno a questa figura animalesca che la fa da padrona e che a detta di alcuni studiosi rappresenta un orso, figura estranea alla fauna sarda e, nel caso, di chiara importazione, ma esso, secondo altri, potrebbe anche rappresentare un orco, un Dio dei morti, una figura mostruosa non bene identificata che incute fascino e mistero.

01 gennaio 2016

Mauro Cuccu
©2018 Copyright - Sandalyon