Consulta delle Donne di Assemini

Uno dei doni della donna è lo stacanovismo. La donna è sempre attiva; riesce a compiere svariate attività; la stanchezza è messa in secondo piano. Sfortunatamente, spesso alla figura femminile non viene data l’opportunità di emergere e mostrare le proprie capacità. L’unico modo per essere qualcuno è dimostrarlo e combattere per ottenere questo diritto.


La Consulta delle Donne di Assemini è nata nel Dicembre del 1999, perché si è sentito il bisogno di garantire uno spazio dedicato alle donne, dal momento che nessuno ancora aveva pensato a tale questione. Non c’era la mentalità di inserire le figure femminili all’interno di gruppi già vigenti.


Le prime attività svolte dai membri dell’Associazione riguardavano balli, ginnastica e attività teatrali. L’esercizio sul palcoscenico è ancora presente: importante, infatti, un evento che si rinnova ogni anno, Luisiccu S’Arruxiadori, una commedia sarda in un atto, durante la quale l’argomento dominante varia per ogni spettacolo. Seguono i balli, durante la serata, in modo tale da accontentare sia coloro che sono in un’età avanzata, sia coloro che sono in giovane età.


Le attività fisiche, invece, si sono a mano a mano ridotte, a causa della mancanza di spazi adeguati. Spesso si propongono delle collaborazioni con le palestre, sia riguardo ad attività sportive che riguardo all’autodifesa. A volte, però, si tratta di semplici idee che trovano delle difficoltà nella loro piena realizzazione.

Successivamente, sono stati aggiunti altri impieghi, sia per ampliare il panorama di offerte presentate dall’Associazione, sia per offrire i vari servizi a un più vasto gruppo di utenti. Si è pensato di aggiungere attività manuali, quali il cucito e il recupero della tecnica del macramè, lavoro eseguito fino a quel tempo da un’unica signora nella cittadina.
La Cucina e la preparazione di alimenti e piatti tipici della Regione, quali sa panada o vari tipi di pane, sono altre occasioni per stare in compagnia e trascorrere una giornata diversa.


Importante anche il lavoro legato all’alfabetizzazione per gli extracomunitari, attraverso lezioni mirate allo studio, alla conoscenza, alla cultura e all’inserimento sociale. I giovani sono in prima fila e mostrano un interesse particolare per i passatempi offerti. Vitalità ed energia sono all’ordine del giorno, tanto da scegliere di partecipare a concorsi letterari e di offrire la propria collaborazione per la pubblicazione di due libri, uno concernente l’allattamento e l’altro concernente le vecchie foto della cittadina di Assemini.
Durante tali manifestazioni, normalmente, la Consulta si occupa della preparazione delle degustazioni. Molte manifestazioni trovano spazio nelle piazze e all’Anfiteatro di Assemini. Ogni anno ci sono gli appuntamenti fissi, ma quando c’è la possibilità economica, si cerca di organizzare eventi nuovi.


L’evento de La Sagra della fregola consiste nella preparazione iniziale e nella cucina successiva della fregola. L’avvenimento ha luogo dalle 19 alla mezzanotte. Una possibile idea è quella di aggiungere un’esposizione dei prodotti creati dagli artigiani. Circa cinque anni fa è stato realizzato un progetto relativo a un corso per la preparazione della fregola, del pane, della panada e dei dolci rivolgendosi alle scuole. Molto conosciuto è l’evento Dal seme al pane, durante il quale si mettono in pratica le tecniche imparate durante un corso precedente sul pane frequentato dai membri della Consulta. Per una giornata intera ci si dedica all’esposizione di tutti i prodotti che si possono ricavare dal grano.


La determinazione per creare sempre nuovi progetti non mancherà mai e le donne dell’Associazione non smetteranno mai di lavorare per il miglioramento e l’attivismo della propria cittadina.

01 settembre 2015

Sara Atzori
©2019 Copyright - Sandalyon